Pagamento bollette - rateazione e morosità

PAGAMENTO FATTURA

E' possibile effettuare il pagamento utilizzando il bollettino MAV in allegato tramite i seguenti canali di pagamento:
- gratuitamente presso qualsiasi Sportello Bancario italiano e in modo automatico presso gli sportelli Bancomat Unicredit;
- presso tutti gli Uffici Postali, con la maggiorazione prevista
- con bonifico bancario sul conto IT49P0200810600000004797997 intestato a ACQUEDOTTO SAN LAZZARO SPA
In caso di smarrimento del bollettino Mav è possibile effettuare un bonifico bancario sul c/c sopraccitato; in alternativa presso gli Uffici Postali compilando un bollettino in bianco sul c/c postale nr. 287177 intestato a ACQUEDOTTO SAN LAZZARO SPA, assicurandosi di indicare il codice utente e il nome dell'intestatario dell'utenza.

PAGAMENTO FATTURA CON SERVIZIO DI ADDEBITO IN CONTO SEPA DIRECT DEBIT (ex RID)
Gli utenti che intendono domiciliare la bolletta sul proprio conto corrente bancario o variare I relativi dati devono rivolgersi agli uffici dell’Acquedotto San Lazzaro Spa o inviare il modulo di adesione reperibile sul sito internet ww.acquedottosanlazzaro.it. Con questa tipologia di pagamento gli utenti di tipo “domestico” hanno diritto alla restituzione della cauzione versata al momento della sottoscrizione del contratto.

RATEAZIONE
Ai sensi delle disposizioni dell'Autorità per l'Energia e il Sistema Idrico, gli utenti in temporanea difficoltà a pagare l'importo della fattura in ununica soluzione, possono presentare apposita istanza per richiederne la rateazione, per un massimo di 3 (tre) rate ed una fattura all'anno. Per i dettagli rivolgersi all'ufficio.

MOROSITA'
Nel caso di ritardato pagamento, trascorsi trenta giorni dalla scadenza della bolletta, dopo un preavviso di otto giorni l’erogazione dell’acqua può essere sospesa sino a che esso sia effettuato, senza che tale sospensione liberi l’Utente dai suoi obblighi contrattuali e gli dia diritto a rimborsi o indennità e senza pregiudizio dei provvedimenti di Legge. In ogni caso l’utente moroso dovrà corrispondere oltre all'importo indicato in bolletta, un’indennità di mora pari al tasso BCE + 8 punti e le maggiori spese di esazione previste.. Qualsiasi eventuale nuovo contratto al soggetto debitore non potrà essere stipulato se prima non verranno corrisposti i debiti pregressi.